CONVENTO DI SANTA CROCE IN FOSSABANDA

PISA - 1999/2001

ENTE APPALTANTE Comune di Pisa

PROGETTO A BASE D’APPALTO Arch. Marco Guerrazzi - Ing. Antonio Grasso

PROGETTO ARCHITETTONICO Arch. M. Lucrezia Di Bonaventura

PROGETTO STRUTTURE Ing. Paolo Strappaghetti

PROGETTO IMPIANTI Ing. Ugo Tosetti - Ing. Mario Lucarelli

DIREZIONE DEI LAVORI Arch. Marco Guerrazzi

Il complesso conventuale di Santa Croce in Fossabanda venne fondato nel 1325, quando a Pisa volgeva al termine la signoria di Ranieri della Gherardesca. Costruito in prossimità delle mura orientali della città, si articolava a fianco della chiesa a una sola navata con un grande chiostro sul lato sinistro. Nel corso dei secoli subì varie trasformazioni, fino a quella del 1752 che ne completava la complessa struttura architettonica attualmente rilevabile. Dopo la seconda soppressione post-unitaria del 1866 il Convento venne demanializzato e chiuso e, nel 1876, dallo stesso Demanio fu ceduto al Comune di Pisa che lo convertì a uso pubblico.

Caduto in abbandono e ridotto a un avanzato stato di degrado, nel 2000, in occasione del Giubileo, se n’è decisa la conversione a struttura ricettiva, garantendo così una reale e continua fruibilità del bene. L’amministrazione cittadina ha predisposto, quindi, un progetto-base e d’appalto, esplicato con il sistema della “variante migliorativa”, che è stato aggiudicato all’impresa Cingoli, che ha svolto la progettazione di variante con la propria organizzazione interna, coadiuvata da collaboratori esterni. Le opere sono state portate a termine nel biennio 1999-2001.

Le nostre attività in Italia

Lavoriamo in molte regioni d'Italia indifferentemente con committenze pubbliche e private, incentrando il nostro lavoro tra architettura religiosa e civile.

Contattaci

  • Cingoli Nicola & Figlio S.r.l.
    Via Acquaviva, 11 – 64100 Teramo
    Telefono: 0861-211439
    Fax: 0861-413784
    E-Mail: cingoli@impresacingoli.it